12 comments

  1. L’attuale mostra di Bill Viola è emotivamente forte e allestita in maniera impeccabile, peccato che a sciuparla è il personale presente che ne rivela una grande carenza di professionalità.

    • Gentile Maria Antonietta,
      ci dispiace che abbia riscontrato queste carenze nella sua visita a Palazzo Strozzi. Sicuramente approfondiremo la sua osservazione per migliorare la nostra offerta. Nel caso in cui volesse scriverci per maggiori dettagli questo è l’indirizzo: info@palazzostrozzi.org

  2. oggi visita al Peggy Guggenheim museum di Venezia. Con la tessera degli Amici di Palazzo Strozzi non solo siamo entrati gratuitamente ma siamo anche stati accolti come “amici” del museo veneziano una cortesia unica. grazie

  3. Buonasera,
    ho visitato la mostra di Marina Abramovich in data 17.10.2018. Solo oggi, confrontandomi con chi ha visto la mostra prima di me, scopro che la stessa si svolgeva su due piani, con mia enorme delusione prendo atto che ho visitato solo quella al piano Strozzina. La cosa incredibile è che la mia amica a sua volta ha visitato solo il piano Nobile. Devo segnalare che nessuno ci ha segnalato il percorso da seguire (oltre alla poca cordialità degli addetti alla reception), nè tanto meno vi erano chiare indicazioni.

    • Ciao Luisa,

      Ci dispiace moltissimo per l’inconveniente, abbiamo provveduto da giorni (in settembre) a inserire cartelli e a informare il personale di segnalare la presenza della mostra a partire dal piano interrato, la Strozzina appunto.

      A questo punto faremo ancora ulteriori passaggi per affinare la segnaletica e migliorare l’assistenza.

      Speriamo però di riaverti come visitatrice prima della fine della mostra! Un occasione per tornare potrebbe essere la nuova performance “House with the ocean view”, presto da noi. Troverai le date sulla pagina dedicata alle reperformance: https://www.palazzostrozzi.org/reperformances/

      Non dimenticare di controllare le agevolazioni, ce ne sono molte e le trovi tutte qui: https://www.palazzostrozzi.org/visita/biglietti-e-prenotazioni/
      Rimaniamo a disposizione in caso di bisogno.

  4. Sono venuta a visitare la mostra di Marina Abramovic il giorno 14 ottobre u.s. e purtroppo devo segnalare che non ho visitato con mio triste rammarico “La Strozzina”; sinceramente devo segnalare la scarsa presenza di personale che indicasse ai visitatori il percorso completo da fare: siamo entrati io e mio marito per conto nostro ma dietro un gruppo di visitatori che, come noi, sono saliti diretti al piano superiore. Sinceramente chiederei la possibilita’ di poter rientrare con il biglietto e visitare la parte che non ho visto a causa, ripeto, di una scarsa segnalazione e indicazione del percorso “completo” da seguire…

    • Gentile Cristina ci dispiace molto per l’accaduto.
      La contattiamo in privato per capire meglio, in questa sede però ci teniamo a segnalarle che abbiamo aumentato le segnalazioni della presenza della Strozzina (in biglietteria, nel percorso della mostra e al termine del percorso espositivo del primo piano).

  5. Posso sapere quando verrà eseguita la performance “Freeing the body”, presente nei vostri trailer pubblicati su youtube ma sostituita da “Freeing the memory” qiuando sono andato io.

    • Salve Salvatore,

      La serie “Freeing” si svolge nei locali della “Strozzina” (il piano interrato) tutti i giovedì e i sabato della settimana.
      Non c’è una regola precisa su quale freeing viene effettuato di volta involta in quanto moltissimo dipende dal performer che si esibisce, dai turni fatti precedentemente e dalla disponibilità dei performer che di volta in volta cambia.

      Può anche provare a chiamare il punto info per chiedere prima della visita: 0552645155

      • La ringrazio della risposta. Certo, se i performer sono pagati ad ore capisco che tra una performance da fare seduti (Freeing the memory), distesi su un materasso (Freeing the voice) oppure in piedi ballando (Freeeing the body), la scelta per la quale propenderanno è intuibile.

  6. Dunque neanche l’ultimo sabato prima della chiusura della mostra verrà performato “Freeing the body”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *