I risultati di “The Florence Experiment”

Descrizione dei materiali e metodi

L’esperimento, che ha avuto una durata complessiva di quattro mesi, ha riguardato un numero complessivo pari a circa 2200 piante di fagiolo.
Tre gruppi di piante sono stati identificati:

i) piante cresciute in condizioni di crescita ideali (ovvero quelle che non hanno sperimentato la caduta dallo scivolo),
ii) piante lanciate dallo scivolo in assenza della persona (lanciate su un apposito carrello)
iii) piante lanciate in presenza della persona. In occasione di ogni campionamento su ciascuna pianta sono stati misurati i seguenti parametri fisiologici attraverso l’impiego di uno strumento, il LICOR 6800:

– Assimilazione netta di CO2, corrispondente al tasso fotosintetico della pianta;

-Conduttanza stomatica, corrispondente al livello di apertura degli stomi delle foglie.

Inoltre per le piante discese insieme alle persone sono stati registrati i seguenti parametri: età della persona,il sesso, fumatore o non fumatore, e la sensazione dominate durante la discesa (paura o euforia).

Inoltre sono stati eseguiti tre campionamenti volti alla determinazione della concentrazione di composti organici volatili (COV) emessi dalle piante in risposta alla discesa dallo scivolo: queste misurazioni sono state eseguite attraverso l’impiego di uno spettrometro di massa, TOF-MS.

I dati raccolti sono stati analizzati statisticamente attraverso appositi test statistici (ANOVA e Student t-test, α=0.05) volti a stabilire la significatività delle osservazioni. I risultati vengono presentati sottoforma di istogrammi riportanti il valore medio e l’errore standard della media.

Risultati

Le nostre osservazioni hanno dimostrato che le piante lanciate dallo scivolo in compagnia di una persona, presentano un livello fotosintetico e di conduttanza stomatica significativamente più basso sia delle piante di controllo non lanciate che di quelle lanciate senza la persona (Figura 1). Di contro, non sono state rilevate differenze statisticamente significative nei livelli di questi due parametri fisiologici in base al sesso, al fumo o allo stato emotivo (Figura 2) o all’eta (Figura 3) delle persone durante la discesa. Da queste osservazioni si può dedurre che la presenza della persona durante la discesa dallo scivolo ha sempre, indipendentemente dal tipo di persona, un effetto negativo sulla fisiologia della pianta.

Per quanto riguarda l’emissione di COV abbiamo osservato una differenza nello spettro di emissione di sei composti principali da parte di piante lanciate (con e senza la persona) rispetto a quelle di controllo (Figura 4). In particolare, in piante lanciate in presenza di persone, abbiamo osservato una minore emissione di alcuni COV (Esil-Acetato, Acetaldeide, Acido acetico, Isobutanolo, Acetato di Metile) e una maggiore emissione di Metanolo rispetto alle piante di controllo non lanciate. Una risposta diversa è stata osservata nelle piante discese dallo scivolo senza la persona; in questo caso le piante hanno mostrato maggiori livelli di emissioni di Metanolo, Esil-Acetato, Acetaldeide e Acido acetico e minori livelli di emissioni di Isobutanolo e Acetato di Metile rispetto ai controlli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *