Dieci curiosità che forse non sapete su Ai Weiwei

Vi abbiamo raccontato tutto ciò che c’è da sapere su Ai Weiwei, oggi siamo andati alla ricerca di altre dieci curiosità che forse non sapete sul suo conto.

1. È un ottimo giocatore di blackjack
Negli anni ’80 Ai Weiwei vive nel Queens, poi a Brooklyn e infine in un appartamento non ammobiliato nel Lower East Side a Manhattan. In quegli anni americani frequenta spesso i casinò di Atlantic City e diviene leggendaria la sua abilità nel blackjack.

20_Anni-80-760x533Ai Weiwei ad Atlantic City. Courtesy of Ai Weiwei Studio.

2. Ha realizzato un album heavy metal
Il suo album di protesta, The Divine Comedy, è stato pubblicato nel 2013. Il video del singolo Dumbass, che ricostruisce gli 81 giorni di giorni di detenzione di Ai Weiwei, è stato girato dal regista australiano Christopher Doyle.

Ai Weiwei, music video Dumbass, album The Divine Comedy.

3. Per realizzare Dropping a Han Dynasty Urn sono state distrutte due urne antiche di duemila anni
Per realizzare le tre famosissime foto in bianco e nero che ritraggono Ai Weiwei mentre fa cadere un’urna funeraria della dinastia Han, antica di oltre duemila anni, ci sono voluti due tentativi, quindi due urne. Gli scatti della prima performance non erano all’altezza delle aspettative dell’artista.

unicaDropping a Han Dynasty Urn, 1995. Courtesy of Ai Weiwei Studio.

4. Non ha mai usato un computer prima del 2005
L’uso di Internet e dei social media è da più di dieci anni uno dei principali tratti distintivi dell’opera di Ai Weiwei. Questi risultati ci portano a pensare che l’artista dovesse essere fra i primi utilizzatori di queste tecnologie. In realtà Ai Weiwei ha rivelato di essersi seduto per la prima volta davanti ad un computer solo nel 2005. Da allora, la sua forza digitale è cresciuta senza sosta.

5. Ama i gatti
Ai Weiwei ama i gatti. Moltissimo. Nel suo studio di Pechino vivono circa 40 felini. Anche il documentario di Alison Klayman Ai Weiwei: Never Sorry (2012) si apre con una riflessione dell’artista sulla saggezza dell’animale: «Fra questi 40 gatti, uno di loro sa come aprire le porte. Se non avessi incontrato questo gatto capace di aprire le porte, non avrei mai pensato che i gatti potessero farlo. Ecco la differenza principale tra i gatti e gli esseri umani: un gatto capace di aprire una porta non la chiuderà mai dietro di sé».

AiwwgattiAi Weiwei con i suoi gatti nello studio di Pechino.

6. Ha reintrepretato Gangnam Style
Con Caonima Style Ai Weiwei trasforma la canzone virale Gangnam Style, del cantante pop coreano Psy, in un grido di protesta collettivo contro ogni repressione della libertà di parola.

7. Dipingeva ritratti a Times Square
Nel 1987 il giovane Ai Weiwei per mantenersi eseguiva ritratti ai turisti a Times Square a New York.

23_1987-760x464Ai Weiwei esegue ritratti a Times Square a New York, anni ’80.

8. Ha inventato un meme
L’11 giugno 2014 Ai Weiwei ha condiviso sul proprio profilo Instagram uno scatto che lo ritrae con una gamba sollevata da entrambe le mani, nel gesto che imita quello di una pistola puntata. La foto è subito diventata un meme virale, noto come “Leg Gun”, quando centinaia di followers dell’artista hanno condiviso su Instagram il proprio scatto nella medesima posizione. Secondo Ai Weiwei, la posa è una presa di posizione contro l’uso eccessivo del potere in nome della lotta al terrorismo.

LeggunAi Weiwei nello scatto originale “Leg Gun” e alcuni esempi del meme su Instagram.

9. Un asteroide si chiama come lui
Esatto. Esiste un corpo celeste chiamato Aiweiwei in suo onore. Si tratta di un asteroide della fascia principale, il cui nome tecnico è 83598 Aiweiwei. È stato scoperto il 25 settembre 2001.

10. I suoi semi di girasole sono stati rubati
Migliaia di semi di girasole trafugati dai visitatori dalla sua installazione alla Turbine Hall della Tate Modern del 2010 sono stati donati dai “ladri” ed esposti nella mostra Couriers of Taste alla Danson House del 2013, dopo un appello pubblico dei curatori.

 

Scopri la Ai Weiwei Story: tutto quello che c’è da sapere sull’artista del momento.

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *